Come affrontare una diagnosi di infertilità

Dal confronto con il partner all'aiuto specialistico, strategie per ritrovare la vostra serenità

di Miss Milla 23 marzo 2014 10:00

La maternità è un momento tanto atteso nella vita di una donna, per questo quando si scopre di non poter avere figli si  rischia  di cadere in uno stato di sofferenza che può portare nel tempo a sviluppare stati di ansia e depressione significativi, che non devono assolutamente essere trascurati, ma compresi e accettati, al fine di riconquistare la vostra serenità.

Riconoscere la problematica sia a livello individuale che di coppia è il primo passo verso l’elaborazione di questa condizione e il suo superamento. Nascondere infatti la propria condizione emotiva al proprio partner o alla propria cerchia di amici e familiari potrebbe essere un passo sbagliato. Bisogna accettare l’aiuto delle persone che vi vogliono bene e allo stesso tempo vivere in solitudini tali emozioni per superarle. 

Uno degli errori che la mente compie nei casi di infertilità è quello di sviluppare il senso di colpa e l’incapacità di non essere riusciti a dare seguito alla natura, il confronto all’interno della coppia è l’unico modo per arginare questo sentimento del tutto sbagliato e  causa di ulteriore stress emotivo. Quindi parlate tanto e cercate di starvi vicini, nulla vi aiuterà come l’affetto della persona che amate.

Dopo aver superato la prima fase, è importante chiedere un aiuto specialistico, da parte di uno psicologo che vi aiuti ad elaborare i vostri vissuti emotivi e a consapevolizzare la diagnosi che purtroppo si è prospettata. Solo dopo aver accettato la vostra condizione potrete valutare la possibilità di seguire strade alternative per avere dei bambini, come quello dell’adozione.

3 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti