Cosa fare contro l’acidità gastrica

Quando aspettate un bambino

di Miss Milla 20 dicembre 2014 11:00

Durante la gravidanza può accadere di soffire di bruciore di stomaco, di reflusso acidi e problemi digestivi, spesso questi disturbi si presentano negli ultimi tre mesi della gravidanza, quando il feto aumenta di peso e la pancia spinge sullo stomaco, non si tratta di un problema grave ma comunque può essere fastidioso.

Esistono dei consigli che permettono di limitare questi fastidi, che possono presentarsi sia in gravidanza che in altre persone che sono sensibili ai problemi di stomaco, innanzitutto la posizione da assumere  è importante, se sentite la necessità di stendervi, conservate una posizione semi-seduta, la parte posteriore fissata da cuscini.

Quando andate a dormire utilizzate un rialzo per la testa, per ridurre la risalita degli acidi, dovete anche intensificare l’esercizio fisico all’aria aperta, infatti aiuta la digestione ed allevia questo tipo di sintomi, portate abiti larghi che non facciano pressione sull’addome.

Evitate i prodotti alimentari ricchi in grassi e che fermentano, tra questi: piatti in salsa di pomodoro, formaggio fuso, farinacei, cioccolato, aceto, cetriolini, pomodoro, cavolo, broccoli, come pure il the, il caffè e le bevande gassate.

Preferite invece gli alimenti integrali e banane, inoltre dividete i pasti in 5 o 6 durante la giornata, masticate lentamente e attendete almeno un’ora prima di mettervi a dormire, dopo avere consumato il pasto.

Con questi rimedi riuscirete a migliorare il vostro stato di salute e soffire meno, ci vuole pazienza, questo periodo passerà e vi ricompenserà con la nascita di un bel bambino, cominciate fin da subito a prendere provvedimenti, con pochi accorgimenti starete meglio.

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti