Le proprietà dell’orzo

di Miss Milla 20 gennaio 2015 18:48

Molte persone sono poco tolleranti alle sostanze come caffeina, teina, dunque devono sostituirle con altre alle quali sono meno sensibili. Tra queste ad esempio l’orzo può essere una buona alternativa, vediamo insieme quali siano le sue proprietà e come poterlo utilizzare.

In caso di infiammazioni a carico dell’apparato gastro-intestinale ed urinario, l’orzo agisce come antinfiammatorio ed emolliente, in grado di alleviare il fastidio gastrico e rilassare le pareti intestinali; è utile, inoltre, per alleviare le turbe pancreatiche e biliari, oltre ad esercitare un’azione benefica contro le infezioni della mucosa intestinale.

Per la presenza di fibre, l’orzo si rivela un ottimo regolatore della funzionalità intestinale, particolarmente indicato in caso di stipsi  ed intestino pigro. Il decotto d’orzo,invece,  utilizzato per gargarismi, è utile in caso di infiammazione della cavità orale.

L’estratto d’orzo viene sfruttato anche per preparare caramelle contro il mal di gola, non a caso, una delle proprietà più importanti di questo cereale è proprio quella di alleviare le infiammazioni del cavo orale.

Per la sua ricchezza in minerali, come abbiamo visto, l’orzo svolge una discreta azione mineralizzante; il fosforo, inoltre, stimola le capacità intellettive, agendo in sinergia con potassio, magnesio, ferro e calcio, mentre il silicio esercita una blanda attività sedativa.

L’orzo può essere dunque bevuto anche a colazione nel latte al posto del caffè, oppure come bevanda tra un pasto e l’altro che non causa come il caffè o tè senso di agitazione o problemi di addormentamento, ma anzi favorisce il benessere dello stomaco e del corpo, provate per credere.

 

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Tags: caffè · cucina · orzo
Commenti