Pressione alta: i 6 alimenti da evitare

Tenere a bada l'ipertensione imparando a fare a meno o a limitare i cibi ricchi di sodio.

di Francesco Giuseppe Ciniglio 10 novembre 2012 19:46

Chi soffre di pressione alta deve necessariamente sapere che il sale è presente anche negli alimenti che consumiamo solitamente. Conoscendo i cibi che contengono grossi quantitativi di sale, sarà molto più semplice tenere sotto controllo la pressione, evitando gli eccessi.

Vediamo dunque quali sono sei alimenti più dannosi per chi soffre di ipertensione, secondo l’American Heart Association.

1) Pane

Il pane è un alimento molto appetitoso, specialmente quando è speziato. Purtroppo, questo cibo è estremamente pericoloso per chi soffre di pressione alta, visto che una fetta contiene ben 230 milligrammi di sodio, il 15% del quantitativo giornaliero permesso.

2) Salumi

Gli affettati sono ricchissimi di sale, stesso discorso per la carne bianca, che nonostante il basso contenuto di grassi, generalmente presenta moltissimo sodio (oltre 1.000 milligrammi).

3) Sandwich

Un mix letale per chi soffre di ipertensione. Pane, carne lavorata e salse. Questo composto ipercalorico, talvolta può raggiungere i 1.500 milligrammi di sodio.

4) Zuppe già pronte

Zuppe e minestroni già pronti spesso presentano molto sale (circa 1.000 mg di sodio). Per tale ragione, sarebbe preferibile prepararle autonomamente.

5) Pollo

Per ciò che concerne il pollo, è necessario fare un distinguo in base alla cottura di quest’ultimo. Quello arrosto, ad esempio, presenta molto più sale, poiché viene insaporito con erbe aromatiche e sale.  L’ideale sarebbe richiederlo senza sale, insaporito solo delle erbe aromatiche, sufficienti a dare un buon sapore al pollo. Per ciò che concerne il pollo da cucinare a casa, l’ideale sarebbe bene preferire i petti di pollo, cucinandoli senza troppo burro o olio e aromatizzandoli con delle spezie, invece che con il sale.

6) Pizza

Discorso simile al pollo, visto che nel caso della pizza, è l’impasto a fare la differenza. In genere, con soli due pezzi si va già oltre i 700 mg di sodio. Ovviamente una Margherita conterrà molto meno sodio di una Capricciosa. L’ideale, dunque, sarebbe privilegiare le pizze bianche con pochi condimenti, facendo a meno della mozzarella quando è possibile, oppure optare per una semplice Margherita o meglio ancora, una Marinara.

13 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti