Cosa si può fare in casa quando si è in gravidanza

Per non stancarsi troppo

di Miss Milla 2 novembre 2014 15:05

Quando si è in gravidanza bisogna fare attenzione ad ogni sforzo e anche durante le pulizie domestiche per evitare che movimenti bruschi o oggetti troppo pesanti possano mettere a rischio la salute della mamma o del bambino.

La gravidanza non è una malattia e non rende incapaci di continuare a curare il proprio nido.  E’ preferibile però rallentare i ritmi, rinunciare alla perfezione e, soprattutto, adottare alcuni accorgimenti per tutelare la propria salute e quella del bebè nel grembo.

Anche quando la gravidanza si avvia e procede bene, è normale stancarsi facilmente. All’inizio il corpo materno deve adattarsi alla nuova condizione e man mano che l’attesa prosegue deve lavorare per due, consumando molte energie. Non è quindi il caso di andare ad accentuare la stanchezza facendo ogni settimana le pulizie di primavera.

Inoltre, avere una casa in ordine come quelle delle riviste di arredamento non è più una priorità: il compito principale di una donna durante i nove mesi è cullare il bambino che porta in grembo, preparandosi ad accoglierlo e a svolgere il nuovo ruolo di mamma.

Alcuni impedimenti fisici, poi, rendono più difficile l’esecuzione dei lavori, persino quelli più semplici. All’inizio dell’attesa, per esempio, l’odore molto forte di alcuni detergenti può accentuare la nausea o far insorgere il mal di testa, mentre con la crescita del pancione piegarsi in avanti o salire su una scala  diventa scomodo e pericoloso.

Dunque è consigliato chiedere aiuto almeno per le operazioni più faticose come lavare vetri, fare il cambio di stagione oppure spostare mobili o materassi, cercate quindi di coinvolgere i futuri papà o altri familiari e non esagerate con le pretese e neanche con la ricerche di una pulizia eccessiva perchè in questi mesi dovete stare a riposo.

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti