I benefici del tè verde

Il tè verde fa dimagrire? Ha controindicazioni? E qual è il tè verde migliore?

di Anna Maria Cantarella 17 giugno 2016 11:00
benefici tè verde

Il tè verde è la seconda bevanda più bevuta al mondo, dopo l’acqua. Le popolazioni dell’Oriente lo bevono da millenni e le sue virtù benefiche, ma anche medicinali, lo hanno reso una bevanda molto nota e apprezzata anche in Occidente, soprattutto dopo che molte ricerche scientifiche hanno messo in luce i suoi effetti antiossidanti e antinfiammatori. Si può consumare in tutte le stagioni, caldo oppure tiepido o freddo.

I benefici del tè verde sono molti. Contiene flavonoidi, catechine, tannini, teina, vitamine del gruppo B, minerali e amminoacidi. Le sue proprietà sono principalmente antinfiammatorie, toniche, diuretiche, depuratie e antiossidanti. In particolare i polifenoli contenuti nel tè verde svolgerebbero una funzione antitumorale e sarebbero utili per prevenire malattie come il Parkinson e l’Alzheimer. La teanina infine riduce lo stress psicofisico e aiuta a migliorare la concentrazione. L’azione detossinante invece si esplica grazie alle sue prorietà diuretiche, ed è per questo che il tè verde viene consigliato come coadiuvante per chi vuole ridurre ritenzione idrica e cellulite.

Le controindicazioni del tè verde sono poche e limitate solo a chi ne fa un uso esagerato. Infatti, nonostante sia più leggero di un caffè, contiene una piccola dose di caffeina e può aumentare l’ansia, l’insonnia, il nervosismo, specialmente in chi non è abituato ad assumerlo. Una dose corretta di assunzione è quella di due tazze al giorno, evitando di assumerlo dopo le 18 per ridurre le possibili interferenze con il sonno.

Secondo alcuni studi, il tè verde migliore sarebbe la qualità Matcha, che ha un contenuto di antiossidanti superiore a qualunque altra qualità. Altre varietà consumate in Cina e in Giappone sono il Gunpowder e il Bancha, ma ci sono anche tipi di tè verde ancora più pregiati e di qualità, come il Gyokuro, pregiatissimo perchè deve essere sottoposto ad una lavorazione manuale che dura circa 4 ore e che solo pochi maestri giapponesi sanno fare.

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti