Monica Vitti compie novant’anni: gli auguri dei suoi colleghi più cari

Il tre novembre 2021, Monica Vitti soffierà 90 candeline. Un compleanno lontano dai riflettori, dalla ribalta e dai set, ma non lontano dal suo pubblico.

di Maria Barison 31 Ottobre 2021 13:02
Spread the love
Monica Vitti

Monica Vitti compie 90 anni

Il tre novembre 2021, Monica Vitti soffierà 90 candeline. Un compleanno lontano dai riflettori, dalla ribalta e dai set, ma non lontano dal suo pubblico. Monica Vitti, resta per gli italiani la diva di sempre, un’attrice completa, che ha ispirato passioni e sentimenti, interpretando ruoli diversi, raccontando un’epoca, quella d’oro di Antonioni, Monicelli, De Sica, e dell’Italia con la sua Dolce Vita. Il tempo, non ha scalfito il ricordo della sua grandezza, della sua ironia esilarante, delle sue nevrosi, della sua capacità di emozionare. Nel corso della sua carriera, ha lavorato accanto ad attori di grandissimo spessore, attori come Proietti, Sordi, De Sica, Mastroianni e Giannini, immensi, nella loro grandezza, uomini che hanno fatto del cinema una cultura, giganti, esattamente come gigante, era lei.

Per il suo novantesimo compleanno, Monica Vitti resterà lontana dalle scene a causa della sua malattia degenerativa, che purtroppo, l’ha costretta da anni ad allontanarsi dal grande e dal piccolo schermo, ma non dal suo pubblico e da chi l’ha amata. Quel pubblico, a cui ha dedicato il Leone d’oro alla carriera, e diversi suoi riconoscimenti, quel pubblico che l’ha amata follemente, la ricorda ancora la sua divina, ricorda la sua bellezza, il suo charme, la sua poliedricità, le sue nevrosi, la sua bellezza pulita, assoluta.

Giancarlo Giannini, le porge i suoi auguri, ricordando i film girati insieme: Dramma della Gelosia di Ettore Scola, Travolti da un insolito destino nell’azzurro mare d’agosto, A mezzanotte va la ronda del piacere. Giannini la definisce come un’attrice senza eguali, capace di calarsi in un personaggio in modo immediato e completo. Una recitazione che era giocata, ma impeccabile. Un’attrice che insieme alla Loren, alla Melato e alla Sandrelli, rientra in quell’Olimpo di donne, che hanno fatto la storia del cinema.

In uno speciale del TG 5 a lei dedicato, l’intervista ai suoi colleghi, e a coloro che si sono ispirati ai suoi personaggi e che da essi hanno preso qualcosa di importante: Edoardo Leo, Vincenzo Salemme, Virginia Raffaele, Carlo Verdone, Claudia Gerini e molti altri. Carlo Verdone la definisce la dea in assoluto del cinema e del teatro italiano, ricordando la stima che lo stesso iconico Sordi, aveva per la sua Monica, alla quale, in un’intervista al Costanzo Show degli anni ’90, dichiarò di essere innamorato. La Monica con cui ha girato cinque film di grande successo, Amore mio aiutami, Io so che tu sai che io so, Polvere di Stelle.

Un’Italia ancora orgogliosa della sua dea, di un’attrice senza tempo, immensa in tutto il suo essere.

Commenti