Cosa fare se il tempo è finito

Ed il vostro bimbo non nasce

di Miss Milla 3 settembre 2015 11:04

Avete terminato il periodo di gravidanza che era stato calcolato dal vostro ginecologo ma il vostro bambino ancora non nasce, vi sentite preoccupate e allo stesso tempo impazienti perchè desiderate incontrarlo finalmente ed essere felici con la vostra nuova famiglia.

Per prima cosa sappiate che può accadere, il parto è una cosa assolutamente soggettiva e partorire oltre i nove mesi è una possibilità. Non disperate potrebbe capitare da un momento all’altro.

Non fatevi prendere dallo sconforto, continuate a vivere la vostra vita con serenità, cercate di passeggiare, di condividere del tempo con amici e parenti e tenere la mente impegnata.

Nell’eventualità in cui dovrete farvi indurre il parto, sappiate che non ci sono controindicazioni per la salute del vostro piccolo, è solo necessario farlo venire al mondo.

Si parla di parto indotto quando si ricorre ad alcune tecniche farmacologiche per far avviare il parto, ossia per stimolare le modificazioni del collo uterino e le contrazioni necessarie a dare il via al travaglio.

L’induzione si sceglie anche quando per vari motivi si deve far nascere il bambino in anticipo rispetto ai tempi naturali e, a meno che non vi siano urgenze, si vuole evitare il cesareo.

È necessario indurre il parto anche se si rompono le membrane, perché la rottura del sacco non garantisce più la sterilità del nido uterino.

Tutto andrà per il meglio e presto vedrete il vostro bambino ed inizierete una vita felice e ricca di sorprese, dovete solo avere un pò di pazienza e le cose si aggiusteranno.

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti